Acquista Online Prodotti Tipici Valdiverdura

Arance Tarocco

L'arancia Tarocco, insieme alle Moro e alle Sanguinello, rappresenta una delle varietà che costituiscono la "famiglia" della cosiddetta Arancia Rossa di Sicilia, tipologia di arancia cui l'Unione Europea ha assegnato la certificazione IGP (cioè Indicazione Geografica Protetta). Queste etichette non vengono attribuite con facilità: nel caso dell'IGP, si tratta di un marchio che certifica che un determinato proviene da una specifica area ben definita. Tutti i produttori, per beneficiare di tale riconoscimento, devono inoltre osservare degli specifici standard su cui vigilano in modo piuttosto rigido delle autorità deputate al controllo.

 

Caratteristiche della cultivar dell'Arancia Tarocco

Per essere considerata a tutti gli effetti come appartenente alla cultivar Tarocco, l'arancia deve presentare le seguenti caratteristiche. In primo luogo, il frutto deve avere una forma obovata o globosa provvista di una base fornità di una prominenza più o meno accentuata. Inoltre, la buccia deve essere di colore arancio ma con delle sezioni in rosso o granata di intensità variabile. Allo stesso modo, anche la polpa deve essere arancio con delle pigmentazioni rosse la cui intensità dipende dal periodo di raccolta: nei frutti già in avanzato stato di maturazione, quindi, troveremo una colorazione più rossa, mentre nelle prime fasi la polpa sarà più arancione.

La percentuale di succo delle arance di cultivar Tarocco in genere si aggira intorno al 40%, mentre il calibro è pari a 10 (con un diametro compreso tra i 60 e i 68 millimetri). Queste carattestiche devono essere presenti nel momento in cui i frutti finiscono sul mercato. Secondo la tradizione, la varietà sarebbe comparsa all'inizio del '900 nella zona di Francofonte, comune della provincia di Siracusa, in seguito a una mutazione di un'altra cultivar di Arancia Rossa di Sicilia IGP, ovvero il Sanguinello. Si tratta di una delle tipologie di arance più diffuse in Italia e nel mondo. Il periodo di maturazione delle arance è piuttosto ampio in quanto generalmente inizia a Dicembre e si estende fino al mese di Aprile, a primavera inoltrata, quindi.

Ciò deriva anche dal fatto che sono presenti numerose sotto-varietà che si adattano a condizioni climatiche diverse oltre che a differenti caratteristiche del territorio e del suolo. L'aspetto che determina il successo dell'Arancia Tarocco, oltre alla particolare colorazione, è rappresentato dal sapore dolce determinato dall'ottimo rapporto tra gradi brix (che indica il contenuto di sostanze solide solubili) e il livello di acidità.

 

Le altre varietà di arance Tarocco

Come abbiamo già sottolineato, di questa cultivar esistono anche numerose sotto-varietà tra cui:

  • Tarocco Scirè (che prende il nome dagli agricoltori cui se ne deve la scoperta). È caratterizzata da frutti di pezzatura media, con buccia liscia e colorazione non uniforme. La forma è sferica e nella polpa non si rilevano semi. Il periodo migliore per la raccolta di solito è il mese di Febbraio, ma i frutti resistono bene sui rami fino a primavera inoltrata.
  • Tarocco Rosso: molto diffuso nella provincia di Catania, i frutti hanno buccia arancio e polpa rossiccia e iniziano a maturare verso Febbraio.
  • Tarocco Nucellare 57-1E-1: si tratta di una varietà ottenuta verso la metà del secolo scorso presso l'Istituto Sperimentale di Acireale. I frutti sono apireni e di pezzatura piuttosto grossa, mentre la colorazione non è molto accesa. Questa varietà matura verso Dicembre ed è soggetta a cascola in quanto poco resistente. Deve quindi essere consumata in tempi rapidi anche perché non si presta molto al trasporto. L'altra varietà di Tarocco Nucellare è denominata con la sigla 61-E1-40.
  • Tarocco dal Muso: varietà derivata da mutazione gemmaria del Tarocco comune. I frutti sono tondeggianti ma caratterizzati da una sorta di collare sulla parte superiore (il muso, appunto), di grossa pezzatura e privi di semi. La percentuale di succo è media, mentre sulla polpa è possibile apprezzare alcune striature rossastre. Le arance Tarocco dal Muso maturano verso Febbraio o Marzo e, soprattutto in caso di pioggia, resistono poco se non vengono raccolte.
  • Tarocco Messina: varietà molto giovane in quanto è stata originata in vitro durante gli anni Ottanta. I frutti hanno buccia liscia di colore arancio, sono privi di semi e di forma ovale irregolare.
  • Tarocco Gallo: è una delle varietà più famose e ha una storia molto antica in quanto il suo arrivo in Italia dalla Cina pare che risalga addirittura al XVII secolo, quando venne importata grazie all'opera di un monaco gesuita. Tra le sue proprietà si annoverano l'aroma fragolato, il grosso calibro e il basso livello di acidità. La buccia è liscia e non molto spessa, di colore giallo o arancio e in parte arrossata. I frutti sono apireni e resistenti al trasporto e la maturazione inizia verso Dicembre. Questa varietà è tipica dell'area di Catania.
  • Tarocco comune: varietà ancora più antica rispetto al Tarocco Gallo anche se molto meno pregiata dal punto di vista commerciale. I frutti hanno un gusto agrodolce, mentre la buccia è sottile e di colore arancio ma con sezioni rosse (di tonalità più intensa rispetto al Gallo) più o meno ampie in base al grado di maturazione.