Acquista Online Prodotti Tipici Valdiverdura

Caratteristiche e Sistemi per la lotta alle infestazioni di Mosca Bianca

La Mosca Bianca è un insetto molto temuto dai produttori di frutta. Si tratta infatti di uno dei nemici più funesti che possano insidiare le colture di tutto il mondo. Negli ultimi decenni, tra l'altro, gli attacchi di sciami di mosche bianche si sono fatti particolarmente gravi e sono numerosi i casi di interi raccolti compromessi a causa di questo fastidioso e temutissimo parassita. Purtroppo, le conseguenze delle incursioni di Mosca Bianca non si limitano a danneggiare gli introiti dei produttori, ma finiscono per riverberarsi anche sui consumatori: se da un anno all'altro notate un repentino e drastico aumento dei prezzi, infatti, è probabile che ciò sia dovuto a un raccolto scarso a causa dell'influsso della Mosca.

 

Caratteristiche della Mosca Bianca

Con l'espressione Mosca Bianca (nota anche come Aleurodide delle Serre) si individua in realtà una famiglia di insetti che, in origine, proliferavano esclusivamente nelle aree tropicali, ma che si sono poi diffusi su larga scala in tutto il mondo grazie a due caratteristiche: in primo luogo, la loro estrema capacità di adattarsi a degli habitat molto differenti e, in secondo luogo,mosca bianca l'impressionante potenziale riproduttivo che consente loro di moltiplicarsi in poco tempo dando vita in poco tempo a un vero e proprio esercito di parassiti. Le femmine di questo insetto, infatti, arrivano a deporre per più volte l'anno anche fino a 200 uova le cui larve passano allo stato di adulto in appena un mese.

La mosca bianca comunque predilige i climi caldi e con alti tassi di umidità e, per questo motivo, tende a proliferare in special modo all'interno delle serre grazie alla carenza di ventilazione. Questo, inoltre, è anche il motivo per cui nel periodo estivo la mosca bianca flagella di frequente le colture dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, dove il clima è spesso soggetto a ondate di calore proveniente dall'Africa sahariana che si caricano di umidità una volta a contatto col mare. Le specie più comuni sono due: la Trialeurodes Vaporariorum (che attacca le serre) e la Bemisia Tabaci, che invece predilige le piante di tabacco. Le mosche bianche in origine erano olifaghe (vale a dire colpivano solo alcune specie vegetali), ma col tempo sono divenute polifaghe e quindi molto più dannose in quanto in grado di attaccare un vasto spettro di piante.

Talvolta, l'attacco di questi insetti può sfuggire a controlli sommari, in quanto le uova vengono deposte sulla pagina inferiore delle foglie ed è proprio lì che tendono a stazionare poi anche gli esemplari adulti, anche se nel caso di infestazioni particolarmente massicce è facile individuarli vedendoli svolazzare tra i rami. Le mosche bianche danneggiano le piante nutrendosi della linfa e determinando l'ingiallimento delle foglie e, nei casi più gravi, anche la morte della pianta attaccata. Finché non si verifica l'ingiallimento, infatti, le foglie non mutano aspetto, anche se negli agrumi compare una sorta di lanugine originata dalle larve. Alcune specie di mosca sono anche vettori di virus che vengono inoculati nel momento in cui succhiano la linfa. È frequente, infine, la comparsa di melata, che a propria volta può determinare l'insorgere di fumaggine, una malattia determinata da funghi che, pur non danneggiando fisicamente la pianta, finisce col compromettere la sua capacità di produrre frutti.

 

Sistemi per la lotta alle infestazioni di Mosca Bianca

La mosca bianca che colpisce gli agrumi è la cosiddetta fioccosa (Aleurothrixus Floccosus). Come se non bastasse quanto abbiamo già detto a proposito dei punti di forza di questo parassita, bisogna aggiungere che è da sempre molto resistente ai fitofarmaci, soprattutto quando si trova allo stato larvale. Più semplice è invece il trattamento delle infestazioni mentre i parassiti si trovano in fase adulta: in tal caso si prediligono due forme di trattamento, quella chimica (cioè con ricorso a fitofarmaci tossici per l'insetto) e quella biologica, che invece prevede l'utilizzo di prodotti ottenuti attraverso metodi naturali, come ad esempio il piretro, sostanza contenuta in molte tipologie di fiori e che viene impiegata anche negli interventi contro afidi e cimici. In alternativa, è efficace anche l'impiego di un antagonista naturale, la cosiddetta Encarsia Formosa, una vespa predatrice che agisce sulle larve di Mosca Bianca degli agrumi, o di un altro insetto dalle caratteristiche analoghe, il cosiddetto Cales Noacki.